domenica 19 febbraio 2012

ARROSTO DI SEITAN SPINACI E TOFU

Questa ricetta è stata pubblicata su Vegan Blog. Ho saputo però di fatti gravi per cui ho chiesto di essere cancellata dal blog, e che venissero cancellate anche le mie ricette. Temo che se le terranno, ma fa niente, almeno io non sono complice di certe cose.

Per saperne di più:


sempre che non censurino anche questo...

Passi per l'attività commerciale, ma la promozione della vivisezione no, eh...




Oggi incontro Vera a Milano e le porto un "regalino". Vi posto di seguito la ricetta:

Continuano gli esperimenti col salamotto di seitan ripieno.

Per 4 arrostini:
  • frullate circa 180 g di spinaci cotti (io li ho anche fatti andare in padella con soffritto fatto con il mio dado fai da te, salsa di soia e vino) e altrettanti di tofu;
  • mescolate il composto con 60 g di seitan istantaneo e impastate (se usate il glutine fresco provate a sostituire la polvere con qualche cucchiaio di farina di ceci, o non mettete niente);
  • fate anche una pasta liscia con altri 180 g di glutine (circa 380 g di glutine fresco); è importante che la pasta sia ben appiccicosa;
  • dividete il composto verde ed il composto liscio entrambi in 4 parti;
  • fate i soliti due strati (vedi) e arrotolate;
  • insaccate nella rete per arrosti o avvolgete nel telo;
  • fate bollire come di consueto con salsa di soia, alga kombu, zenzero, aromi, ecc. per 30-45 minuti;
  • fate raffreddare nel liquido di cottura (se l'avete messo nel telo, appena si raffredda abbastanza, consiglio di toglierlo dal salsicciotto e di lasciarlo riposare "nudo" nel liquido);
  • togliete poi la rete e cucinate come vi pare; io l'ho fatto andare in padella con soffritto, vino, un po' di liquido di cottura.
Speriamo che a Vera piaccia. Voi che ne dite?


Articoli correlati per categorie



15 miao:

  • davide
     

    Che brava che sei! Prima o poi mi devo cimentare anch'io nella produzione di seitan. Questa ricetta è molto bella e sicuramente buona. Beata Vera che se la può gustare!

  • Puccina
     

    Uh... quanti complimenti... alla mia precaria autostima giovano un sacco!!!
    Sì, devo dire che questo è proprio buono, al contrario magari dei sofficini che possono andare più a gusti, visto il ripieno sperimentale.
    Non è molto difficile, fatto con il seitan in polvere e il telo... prova!

  • davide
     

    I complimenti te li meriti tutti viste le foto(che non fai così male come dici!), la pazienza e l'audacia nel creare.
    Sui sofficini ho un pò di dubbi sull'impanatura, nel senso che vorrei capire come hai fatto tu per chiuderli così bene, non vorrei combinare un disastro :(
    Appena ho un pò di tempo, provo a fare anche il seitan con il glutine pronto e poi direttamente con la farina. Vorrei prendere la manitoba, ma devo vedere anche in altri posti oltre che al natura sì, dove costa un'occhio della testa. mumble mumble...

  • Puccina
     

    Prova a guardare qui, dove ci sono le foto dell'impanatura:
    http://ilmondodipuccina.blogspot.com/2008/09/sofficini-vegetariani-e-vegani.html

    Qualcuno si romperà... ma poi impari!

  • Gormlaith
     

    Come ho già postato sul vegan blog: questa ricetta la devo troooppo fare! Domenica sperimento, complimenti!

  • pasadena
     

    credo proprio che prima o poi mi dovrò lanciare e seguire una delle tue ricette, sembra così buono! Ciao

  • Claud
     

    Ooooo! Se attivi la produzione a scopo di lucro annoverami fra i tuoi clienti!
    Sono senza parole!

  • Puccina
     

    Claud, Gormlaith e Pasadena benvenute! Prima o poi davvero mi metto a produrlo...

  • pasadena
     

    Intanto che aspetto la produzione, volevo chiederti: dove si compra la rete per arrosti?

  • Puccina
     

    La rete per ora io l'ho trovata solo alla metro. Se la trovi altrove fammi sapere!!!

  • melina
     

    Puccina, che gusto ha il tuo seitan?
    Riesce a caricarsi dei sapori del ripieno???
    il mio resta sempre un po' povero...il seitan da una parte (con un bel gusto di cartone..) e il sughetto dall'altra... boh!!!

  • Puccina
     

    In effetti il seitan di per sé non è granché, ma con qualche accorgimento si riesce a renderlo appetibile perfino agli onnivori. Prima cosa farlo bollire in un liquido molto saporito (salsa di soia, vino, zenzero, rosmarino, salvia, aglio, cipolla e tutto quello che ci può stare bene; non dimenticare l'alga kombu che lo rende bello tenero), farlo riposare nel liquido anche qualche giorno, così si impregna bene, infine tagliarlo a fette e insaporirlo ulteriormente in padella con un bel soffritto carico, vino, liquido di cottura, aromi a piacere, e farlo andare a lungo finché non fa una bella crosticina. Vedrai che se fai così è tutta un'altra cosa...

  • ISABELLA
     

    Ciao ,complimenti per il tuo blog e' molto interessante mi sono unita hai tuoi lettori fissi passa ha trovarmi s ti va io sono ISABELLA ti aspetto smack

  • Alessandra
     

    Che idea super!!
    Devo provarla, grazie per averla condivisa!

  • Puccina
     

    grazie :)