giovedì 28 agosto 2008

CANI E GATTI VEGETARIANI

L'alimentazione degli animali domestici pone gli stessi problemi etici di quella umana e il vegetariano, ogni volta che apre una scatoletta, si chiede se non ci sia modo di cambiare dieta al suo carnivoro amico.
Le scatolette in commercio, oltre che alimentare l'allevamento intensivo, sono anche in genere dannose per la salute degli animali, essendo perlopiù prodotte con scarti, aromi artificiali e coloranti. Il secco a buon mercato in particolare danneggia i reni e provoca altri gravi danni alla salute. Gli animali nutriti con carne fresca e avanzi vivono molto di più.
Questi prodotti sono anche un pericoloso veicolo per il morbo della mucca pazza, che può infettare anche gli animali domestici.
Le grandi marche fanno poi crudeli esperimenti sugli animali per testare il cibo prodotto, e su questo stendo subito un velo per non turbare i lettori sensibili.

Il cane è onnivoro, e può essere più facilmente convertito alla dieta vegetariana. Ci sono scatolette e croccantini vegetariani in commercio e addirittura dovrebbe essere possibile farsi in casa pasti vegetariani equilibrati. Qui trovi un esempio di pasto vegetariano fai da te per cani.
Al supermercato si trovano abbastanza facilmente snack vegetali, come l'osso per cani alle verdure del GS.

Per il gatto il discorso è più complicato perché il nostro amico è un carnivoro e non sintetizza autonomamente la taurina, un amminoacido che si trova solamente nella carne. Quindi niente diete fai da te, perché il gatto senza taurina rischia la cecità e anche la morte. Ci sono però crocchette e umido vegetariano in commercio integrati con taurina sintetica, bilanciati e sicuri. Le crocchette costano come quelle di marche come IAMS, Royal Canin, ecc.

Siti in cui acquistare cibo vegetariano per cani e gatti, di marca Amì, Benevo, Yarrah, Rocky, Biopur, I cavalli del sole:
http://www.zampaverde.com/cibo.htm
http://www.antba.com/ashop/CategoryDefault.asp?IDCategory=116
http://www.aminews.net
http://www.icavallidelsole.it (cani)

Resta un problema: come abituare i nostri amici, soprattutto i gatti che sono particolarmente sofistici, alla nuova dieta? Un cambio drastico può dare problemi, come anche agli umani del resto. L'animale si può anche rifiutare e preferire il digiuno. E' meglio allora fare a metà con del cibo biologico (es. umido bio e crocchette vegetariane di contorno) per abituarlo. O, se proprio si rifiuta, passare almeno al bio.

Si trovano facilmente i prodotti di Almo Nature, con ingredienti semplicissimi quali ad esempio: pollo, brodo di pollo, riso (e basta!) per le buste. Il problema è il costo, soprattutto dell'umido per gatti. Io faccio così: confronto gli ingredienti e prendo i prodotti per cani con ingredienti e quantità analoghe a quelli dei prodotti per gatti (tanto mica c'è il pollo per cani e quello per gatti!): ad esempio le buste jelly per cani hanno solo lo 0,5% di riso in più di quelle per gatti, ma costano decisamente meno. Analogo discorso per le lattine. In negozi specializzati si trovano poi confezioni di bocconi per cani più convenienti, come la lattina Yarrah bio da 820 grammi a meno di 4 euro. Pucci ne va matta. Attenzione a non fare lo stesso con il cibo vegetariano, perché lì invece può essere pericoloso, per il discorso fatto in precedenza.

In bocca al lupo, ecogatti ed ecocani!

P.S: grazie Alessia per le integrazioni.


Articoli correlati per categorie



6 miao:

  • alessia
     

    ciao mi chiamo Alessia, complimenti, mi piace davvero quel che stai mettendo su!!! utile divertente e nuovo.Anch'io ho fatto tempo fa una ricerca su formaggi senza caglio animale e sui prodotti vegetariani per cani e gatti, se sei interessata ad avere le mie "liste" fammelo sapere! A presto
    p/s sono vegana come te (credo tu lo sia!), mio marito non mangia carne esce e uova e i miei 2 meravigliosi gatti sono vegetariani!!
    Alessia

  • Puccina
     

    Grazie mille Alessia. Complimenti per la tua bella famiglia! Sì che mi interessano le tue liste, mandamele che integro i post citandoti.
    Non sono vegana, anche se ne comprendo tutte le ragioni e vorrei ridurre gradualmente uova e latticini. Anche mio marito è vegetariano, mentre la mia Pucci... è già tanto se non è cannibale! E' un'assassina di passerotti! Ho cercato di farle cambiare dieta, facendo un po' bio un po' vegetariano, ma è una viziata e non c'è verso. Sono rimasta al bio. Se però mi dai altre indicazioni di marche magari faccio un'altro tentativo, chi sa mai...
    Grazie ancora e aspetto tue notizie!

  • Jody Forrest
     

    sono vegetariana, ma mi sono parecchio allarmata quando ho letto che i vs gatti sono vegetariani. non dovete stravolgere la natura!!! gli animali non sono come noi uomini, dovete rispettarli, lo sanno loro cosa devono mangiara, è ora che l'uomo la smetta di imporsi su di loro, e anche voi lo state facendo anche se in buona fede. State attente I GATTI SONO CARNIVORI, se li obbligate (perchè è questo che state facendo e non è giusto) a una dieta carnivora andranno incontro a seri problemi di salute!!!! informatevi bene vi prego per il bene dei vostri pelosi!!! non penso vi sentiate meglio se i vs gatti moriranno per colpa vs, per colpa del fatto che li avete OBBLIGATI ad andare contro la loro natura (in questo modo non li rispettate!!) vi prego fate moltissima attenzione o moriranno, date ai gatti della carne hanno bisogno di TAURINA!!!

  • Puccina
     

    Cara Jody, guarda che non siamo mica dei pazzi fanatici! Leggi con più attenzione il post e i commenti: si dice chiaramente che non bisogna imporre diete vegetariane fai da te al gatto, perché può morirne, ma che esistono in commercio pappe e croccantini vegetariani appositamente studiati per cani e gatti, con ovviamente tutte le integrazioni necessarie, come la famosa taurina. Se non ci sono particolari allergie o malattie, gli animali non ne possono avere alcun danno... anzi sono raccomandati per evitare problemi renali o la mucca pazza.

    Poi bisogna vedere se i gatti la apprezzano. Quelli di Alessia, sì, mentre con la mia Pucci non c'è stato niente da fare: ho fatto per un po' metà croccanti veg e metà pollo e pesce bio, ma poi ho rinunciato per il bio (sempre pollo e pesce). Tra parentesi: ti sembra naturale che un gatto venga "obbligato" a mangiare manzo? Quando mai in natura può capitare?

    Sulla caccia agli uccellini, ovviamente nel commento scherzo... un po' mi dispiace quando mi ritrovo dei cadaveri sul letto, ma mi consolo pensando che almeno Pucci cerca di mantenersi da sola, al contrario di tanti "bamboccioni" :)
    Mi arrabbio solo quando poi non li mangia!

    Insomma, prima di accusare altre persone di gatticidio, leggi con attenzione!

  • paola
     

    ciao, ho discusso con ragazzo veg di queste cose, ho provato ad informarmi e ho trovato il tuo blog. Dunque il sito delle crocchette veg che ho trovato diceva che i gatti sono onnivori... già questo mi ha fatto capire la serietà di queste persone. Gli integratori per me(ma forse è un impressione mia, ascientifica) non sono mai paragonabili al cibo vero, vale per uomini e animali. Tra l'altro io ho dovuto dare alla mia gattina un integratore con taurina perchè quando l'ho trovata era debilitata e il vet mi ha suggerito di non darglielo oltre un certo periodo: essendo un prodotto di sintesi era meglio non esagerare. Il manzo sicuramente non lo cacciano, ma se trovassero la carcassa di una mucca uccisa dai lupi, o un pesce spiaggiato non penso si farebbero problemi in natura e probabilmente lo preferirebbero a una pera caduta dagli alberi li a fianco. Mucca pazza ha dei tempi di incubazione lunghi per l'uomo, quindi se i tempi fossero gli stessi per i gatti(non so), vista la loro vita media non dovrebbe rappresentare un problema. Un vegetariano potrebbe prendersi un coniglietto o almeno un cane e rispettare la natura del gatto che è proprio carnivoro! credo che questo atteggiamento faccia malissimo alla causa vegetariana perchè manca di buon senso e fa passare per estremisti. Il ragazzo in questione in particolare sosteneva che la salute del gatto migliora con la dieta vegetariana, che credibilità ha quando parla di salute umana a un non-vegetariano?ciao!!

  • Puccina
     

    non so che sito abbia trovato tu... io ho sempre letto che il gatto è carnivoro ;)

    sono d'accordo che in generale è meglio assumere i nutrienti necessari attraverso l'alimentazione e non con integratori, ma non credo sia una regola assoluta. I vegani assumono comunemente la vitamina B12 e non mi risulta che ne abbiano danni per la salute.
    D'altronde noi assumiamo continuamente cibi con integrazioni (calcio, ferro, vitamine, ecc) e anche i cibi per animali in commercio ne sono zeppi (basta leggere le etichette). se il cibo è "sano" (ad esempio bio) non ci sono problemi.
    Io non sono contraria agli integratori, se possono far bene alla salute, insomma.

    E' vero che in natura gli animali mangiano un po' tutto quello che trovano, quindi un gatto che muore di fame si mangia anche la carcassa di mucca o di uomo o di un altro gatto, ma sono casi eccezionali perché il gatto è carnivoro ma anche cacciatore e in genere si nutre di animali uccisi personalmente e non di carcasse, che possono trasmettere malattie. Sicuramente poi si nutre di sola carne cruda!!!
    Per giunta in natura il gatto non va dal veterinario e muore per disturbi anche molto banali.
    Quindi il discorso "naturale/non naturale" è abbastanza complesso.

    La mucca pazza negli animali ha tempi di incubazione molto più brevi, infatti la si trova anche nella mucca da allevamento che vive pochissimi anni, meno decisamente del gatto.

    Sono d'accordo con te che bisogna usare il buon senso, che per me significa dare al gatto tutti i nutrienti di cui ha bisogno. Per cui trovo ragionevole anche provare a nutrirli con cibi vegetariani completi. So che alcuni danno queste crocchette e poi lasciano libero il gatto di cacciare come vuole, il che mi sembra rispettoso della loro natura.
    Io personalmente ho provato, ma la mia Pucci non le gradiva molto, per cui cerco di darle del cibo biologico, in modo di ridurre almeno le sostanze tossiche e le sofferenze degli animali.

    Che la salute del gatto possa migliorare con la dieta vegetariana non è da escludersi, infatti ai gatti anziani o malati talvolta sono consigliati mangimi speciali a base vegetale, ovviamente bilanciati.
    Però non so su un individuo sano. sicuramente credo che queste crocchette siano meglio dei prodotti industriali, che sono addirittura dannosi.
    bisogna ovviamente usare, come dici tu, il buon senso... ad esempio una mia amica ha provato col suo gatto, che mangiava solo crocchette ed aveva paura per i reni, ma lo facevano diventare stitico, quindi evidentemente per lui non andavano bene. Invece altri gatti si trovano benissimo.

    non so se questi discorsi facciano bene alla causa vegetariana, ma preferisco comunque dire quello che penso con sincerità.

    grazie per il tuo commento, che ha sottolineato civilmente degli aspetti della questione effettivamente da approfondire.