venerdì 23 gennaio 2009

ORECCHIETTE ROSSE AL SAPORE DI VERDE

Marsman0.gif Cominciando a trafficare per san Valentino ho sperimentato una pasta rossa, che ho utilizzato per fare dei ravioli in tema (i particolari fra qualche giorno). Con l'impasto avanzato ho fatto delle orecchiette, utilizzate in questa ricetta:

la pasta fresca è fatta come di consueto, ma colorata con del sugo pronto in tubetto (o pomodoro concentrato); sinceramente non conosco la tecnica "ufficiale" per fare le orecchiette, io ho fatto delle palline di pasta e le ho schiacciate e trascinate con il pollice;
per il sugo ho fatto andare in padella un soffritto, cui ho aggiunto broccoletti e vino bianco; ho usato quelli pronti: avevo già trafficato troppo con la pasta fresca! Quando vedrete i ravioli capirete...
A fine cottura ho aggiunto fagioli verdi cotti e del peperoncino.

Ho come l'impressione che il contrasto cromatico, stimolando la vista, renda il piatto più gustoso!
A presto.
112112003.gif


Articoli correlati per categorie



5 miao:

  • Gioia
     

    solo per il titolo la ricetta acquista mille punti!
    Comunque son dìaccordo con te quando dici he certi accostamenti di colore stimolano maggiomente l'appetito.

  • Erbaviola
     

    Sicuramente è carinissimo anche il titolo del piatto! :D
    L'idea dei ravioli rossi a cuore, perdonami ma te la scopiazzerò impunemente per san valentino (citandoti, ovvio!), è veramente carina!

  • Puccina
     

    @Gioia: grazie. Vedo che hai colto lo sforzo poetico oltre che culinario. :)

    @Erbaviola: vabbuò, visto l'interesse, pubblico subito la ricetta dei ravioli, va... Sono contenta che ti sia piaciuta l'idea!

  • caty
     

    Mmm sembra proprio buono.
    Se ti può essere d'aiuto, qui c'è la spiegazione delle orecchiette:

    http://www.gennarino.org/orecchiette.htm


    Ciaoooooooooo!

  • Puccina
     

    Grazie, Caty! Ho guardato e lì le fanno con il coltello. Ho cercato un po' in giro e altri lo fanno con il pollice tipo come ho fatto io, strisciandole, ma in più alla fine le rovesciano. Ecco cosa mancava!