giovedì 19 febbraio 2009

VEGETARIANO UN ITALIANO SU DIECI

kitty-21-51.gifUn articolo del Corriere ci dà alcune buone e interessanti notizie:

in Italia i vegetariani sono arrivati a quota 6 milioni (il 10% della popolazione, ovvero un italiano su dieci);
l'Italia è al primo posto in Europa per numero di vegetariani, seguita dalla Germania (9%);
più che una scelta "salutista" è di solito una scelta ideologica (ecologista e animalista), con la conseguenza che è sempre più una scelta radicale che porta al veganesimo;
la corretta informazione scientifica ha ormai quasi dissolto le infondate paure sull'alimentazione priva di prodotti animali;
anche nel resto del mondo, soprattutto fra i giovani, aumentano i vegetariani;
in America sta prendendo piede una sorta di vegetarianesimo part-time: i flexitariani evitano di mangiare carne e pesce più di due volte la settimana.

Alcune considerazioni:
che il numero dei vegetariani fosse in aumento si sapeva e la cifra non stupisce più di tanto, anche se fa sempre piacere, s'intende...
Anche l'aumento delle scelte radicali come il veganesimo non è una sorpresa, soprattutto per noi blogger!
004.gifE' per me invece particolarmente interessante la notizia che sempre più persone cerchino di ridurre il consumo di prodotti animali. Questo tipo di scelta farà storcere il naso ai puristi, ma credo che rappresenti un enorme progresso rispetto alle abitudini alimentari della maggior parte dei giovani americani (e anche europei), che mangiano carne e pesce tutti i giorni, a tutti i pasti, in quasi tutte le portate, condendo immancabilmente ogni piatto con chili di altri prodotti animali come latticini e uova.

Se tutti gli occidentali si limitassero invece a mangiare la carne, il pesce, il formaggio e le uova solo una volta a settimana, oltre a guadagnarci in salute abbatterebbero drasticamente l'allevamento intensivo (con la collegata sofferenza animale, che mieterebbe molte meno vittime), la produzione di gas serra, la fame nel mondo e altre bazzecole del genere.

Purtroppo una minoranza più di tanto non può fare, anche se elimina totalmente i prodotti animali dalla sua dieta, per cui è sulle abitudini alimentari della maggioranza della popolazione che bisogna lavorare. Per questo credo che sia opportuno sostenere anche queste forme di "vegetarianesimo flessibile", per quanto possa disturbarci il fatto di incoraggiare l'uccisione di animali. In realtà non si tratta di questo, ma di incoraggiare i carnivori a ridurre la carne, così come è il caso di incoraggiare i vegetariani a ridurre latticini e uova.
Presentare come unica soluzione la scelta più impegnativa e radicale e mettere sullo stesso piano tutte le altre è invece assolutamente controproducente e rischia di tenere lontano il grosso della popolazione. D'altra parte la stragrande maggioranza dei vegani è stata prima carnivora e vegetariana, no?

Spero sia chiaro che questo vuole essere un invito alla tolleranza, alla comprensione reciproca, al rispetto, alla valorizzazione degli sforzi (anche i più piccoli) e dei tentativi di tutti, non certo una minimizzazione del valore delle scelte coraggiose e radicali.
kitty-21-28.gifUn grosso saluto ai miei 24 fedeli lettori (ormai sono a un passo dal manzoniano traguardo dei 25) e alla prossima!


Articoli correlati per categorie



11 miao:

  • Azabel
     

    Mi trovi perfettamente d'accordo...

  • mouchia
     

    anch'io sono d'accordo con te..
    solo che questi sondaggi mi sembrano sempre un po' troppo ottimistici...
    Paola

  • Vera
     

    Purtroppo a questi dati ci credo poco... Sono convinta che sia quello sul 10% della popolazione che quello sul primo posto in Europa siano troppo ottimistici!
    Ma di sicuro stiamo aumentando, questo è certo. :)

  • Gioia
     

    Assolutamente daccordo su tutti i punti. Soprattutto cndivido il tuo invito alla "tolleranza" è a piccoli passi che si può arrivare a un cambiamento e miglioramento effettivo.

  • Puccina
     

    Beh, in effetti quando diciamo che siamo vegetariani non ci rispondono molto spesso "anch'io"...

    Però nei supermercati, rispetto a pochi anni fa, trovo molti più prodotti dichiaratamente vegetariani, come seitan, tofu, ecc.

    Boh...

  • Lisette
     

    che bello leggere questi dati..è vero nei supermercati ormai si trova seitan, tofu..una ragione ci sarà!!

  • mouchia
     

    negli ultimi mesi, purtroppo, almeno nei supermercati che conosco, c'è stata una notevole riduzione rispetto al passato...
    per esempio da Esselunga, nella mia città, prima c'era il cartello "cibi vegetali" (come se fossero vegetali solo tofu, seitan e simili...mah!), adesso non c'è più e l'assortimento è stato notevolmente ridotto :(

  • Puccina
     

    Noto che ci sono impressioni diverse. Probabilmente dipenderà anche dalle città. In effetti ci sono posti in cui al supermercato trovi di tutto e quelli in cui se chiedi un hamburgher di soia non sanno nemmeno cos'è (mi è successo...)!

  • lella
     

    + ke vegetariani,ultimamente vedo tanti inappetenti.Cosa starà succedendo?Saranno mica stati prima vegetariani?
    Lella

  • Puccina
     

    Lella, non so gli altri vegetariani, ma a me e a Puccione non manca l'appetito :)))

  • Vale
     

    Lella, io ho la famona, e sono vegetariana...

    Contenta che la gente mangi meno carne, ma devo dire che è ancora lunga la strada, non dico per un mondo di vegetariani, ma per una libera scelta: io non ho figli, ma se ne avessi vorrei che fossero vegetariani come me. Ora, guardo la mia nipotina che va all'asilo, e mi chiedo se troverò resistenze o addirittura accuse di essere una cattiva madre al momento di chiedere un menù veg per i miei figli.
    Cose che succedono ad amiche veg. Voglio dire, qui si tratta prima di tutto di imparare a non discriminare chi fa una scelta di vita diversa dalla massa, no?, cosa che non mi pare di vedere.

    Sabato scorso al supermercato, prendo un pezzo di pizza dopo essermi sincerata che non ci sia strutto fra gli ingredienti, ed aver chiesto alla ragazza che non ci fosse ne carne ne pesce.
    "sa, sono vegetariana"
    "A... bè, ma cosa mangia? Non si annoia a mangiare sempre le stesse cose?"
    Le ho risposto che ci sono talmente tante cose da mangiare senza uccidere un animale, che non ho proprio tempo per la carne.