martedì 26 agosto 2008

"RICOTTA" VEGETARIANA FATTA IN CASA

Come già detto a proposito dei formaggi senza caglio animale, la ricotta viene fatta con il siero che rimane dopo la produzione del formaggio, e non c'è modo di sapere se per quest'ultimo è stato utilizzato caglio animale o microbico. Dunque alcuni vegetariani, che vogliono evitare qualsiasi prodotto entrato in contatto con il caglio animale, eliminano dalla loro dieta anche la ricotta industriale.

Per fortuna è possibile fare in casa una specie di formaggino in questo modo:
  • fate bollire un litro di latte;
  • versateci del succo di limone;
  • raccogliete la cagliata nel cestino di plastica della ricotta o in un panno (in questo caso si può tenere un paio d'ore sotto un peso e ottenere un formaggino che si può tagliare a cubetti e mettere sott'olio).

E' facilissimo e si può mangiare tale e quale, aromatizzarlo con spezie varie (ricordatevi di salarlo!), usarlo per fare i ravioli, spalmarlo sul pane, ecc. Con lo stesso procedimento si può far cagliare il latte di soia e ottenere una specie di ricotta vegan (in questo caso usate il telo per raccoglierla, se no la buttate quasi tutta).
Buon appetito!!


Articoli correlati per categorie



3 miao:

  • Namamrita
     

    Questo tipo di formaggio può essere usato per numerose ricette per pietanze salate e dolci gustosissimi!
    Prossimamente le ricette verranno rese pubbliche
    Namamrita

  • Anonimo
     

    Lo so che è un post vecchio di quattro anni ma, visto che è stato pubblicato il giorno del mio compleanno, ho deciso ch'era un segno del destino e commenterò anche se non leggerà nessuno. Quella è appunto la cagliata, non ricotta. Però, se nella tua zona c'è un distributore di latte crudo (cioè come appena munto) puoi tirare fuori della ricotta molto più buona di quella comperata: per prima cosa fai bollire il latte e poi lascialo freddare; appena raggiunti e trentasette gradi circa versa del limone, aceto o nigari diluito in acqua (io e le doci non siamo mai andati d'accordo, perciò versa semplicemente fin che non caglia) e poi lascia riposare per una notte, se è estate ok, se no copri con un panno di lana. Poi con una schiumarola estrai la cagliata e comprimila per compattarla. Infine butta nel iero un po' di latte e sale e rimettilo sul fuoco, la ricotta affiorerà. Spero d'essere stato utile,
    Daniele.

  • Puccina
     

    Dai, un po' di ottimismo! :-) io il commento l'ho letto e ti ringrazio molto. Ciaooo